Al momento stai visualizzando 5 Consigli di marketing per il tuo Hotel

Quello del marketing è un aspetto essenziale e, allo stesso tempo, un investimento importante per un hotel o una struttura ricettiva, sia in termini di tempo sia di risorse, al fine di acquisire un considerevole bacino di ospiti, nuovi o fidelizzati.

Attraverso l’analisi dei risultati ottenuti dalle campagne di marketing, è possibile trarre considerazioni sull’efficacia della strategia attuata, rilevare eventuali criticità e applicare delle modifiche al piano marketing e di comunicazione.

Ecco qualche considerazione e good practice per ottenere risultati soddisfacenti.

  1. Priorità all’e-mail marketing

    Avere un database di contatti email ben curato è cruciale per il successo di una campagna di marketing, poiché consente di inviare messaggi mirati e pertinenti, aumentando così il tasso di apertura e di conversione.
    Un database aggiornato e segmentato permette di comprendere meglio le esigenze e le preferenze del pubblico, personalizzando le offerte e migliorando l’esperienza complessiva del cliente. Inoltre, l’email marketing offre significative opportunità di remarketing: è possibile riattivare l’interesse di clienti che hanno già interagito con il brand, inviando promemoria su prenotazioni lasciate in sospeso o offerte speciali basate sulle precedenti interazioni.
    Questo approccio aumenta il ritorno sull’investimento (ROI) e rafforza le relazioni con i clienti, rendendolo indispensabile per costruire relazioni durature e fidelizzare il pubblico.

  2. Sponsorizzazioni sui social media

    Se le pagine social dell’hotel sono ben curate, hanno un buon numero di follower e il tasso di interazione e di engagement rate è alto, ciò non si traspone automaticamente in un altrettanto alto numero di visite e prenotazioni sul sito della struttura in questione.
    Perciò, dal momento che i social costituiscono un importante touchpoint con potenziali clienti, le campagne di contenuti sponsorizzati con target ben specifici possono risultare molto più efficaci in termini di conversioni rispetto a una gestione standard dei profili basata sulla brand awareness, per quanto curata, costante e coerente (pubblicazione di contenuti organici, stories, engagement con la community…).
    Insomma, meglio concentrarsi su di un pubblico di potenziali utenti che, attratto da offerte e pacchetti promozionali, sarà indotto a effettuare una prenotazione, piuttosto che sui follower già fidelizzati ma che rimarranno più passivi.

  3. Focus sui dati e sulle metriche

    A prescindere dal canale di fruizione (social network, browser di ricerca o banner), una campagna di marketing orientata più alla brand awareness e alla comunicazione dei valori e dell’identità dell’hotel potrebbe non rivelarsi molto proficua in termini di conversioni e di ritorno sull’investimento (ROI), metriche fondamentali per valutare l’efficacia della campagna stessa.
    Per una struttura ricettiva, un dato essenziale da considerare e sui cui puntare è il tasso di entrata nel sistema di prenotazione: ossia quanti utenti, una volta reindirizzati sul sito dal contenuto sponsorizzato, vanno alla sezione con il tool di prenotazione, e quanti invece escono dal sito senza andarci.
    Per esempio, se il tasso di entrata è alto, ma il tasso di conversione è basso, ciò potrebbe suggerire una resistenza al prezzo per l’utente, o forse un problema con il motore di prenotazione in generale.

  4. Considerazione dei feedback del personale

    I dati e le metriche derivanti dall’analisi della campagna di marketing non sono gli unici elementi da valutare e considerare per ridefinire la strategia di comunicazione da attuare. I bisogni, le necessità e le preferenze degli ospiti cui venire incontro e soddisfare si possono ricavare anche dai feedback dello staff presente in struttura.
    Il personale, infatti, interagisce costantemente con gli ospiti, raccogliendo molte informazioni utili e preziose per intercettare e anticipare gli interessi e i desideri dell’utenza in generale: in che modo hanno trovato l’hotel, cosa li ha spinti a prenotare il soggiorno, quali erano le loro aspettative, quali servizi avrebbero voluto o di quali sono soddisfatti, ecc.

  5. La scelta di un’agenzia di comunicazione interna

    Disporre di un’agenzia di marketing e comunicazione interna alla società che gestisce la struttura significa creare un cortocircuito rapido e positivo fra le varie parti essenziali per la definizione e l’attuazione di una campagna di marketing efficace ed efficiente.
    Se poi l’agenzia in questione è composta da tutte le figure specifiche dell’ambito del marketing e della comunicazione (art director, copywriter, grafici, responsabili marketing, project manager, email manager…), l’iter decisionale e operativo è ancora più ottimizzato, snello e autosufficiente.

Potrebbe interessarti...

I metasearch sono motori di ricerca che raccolgono in un’unica piattaforma i prezzi di più siti di prenotazione, tra cui le stesse OTA e i siti ufficiali degli hotel.